La rosa

10923520_332796856922452_6852302436029445714_n

La rosa,
l’immarcescibile rosa che non canto,
quella che è peso e fragranza,
quella del nero giardino nell’alta notte,
quella di qualsiasi giardino e qualsiasi sera,
La rosa
la rosa che risorge dalla tenue
cenere per l’arte dell’alchimia,
la rosa dei persiani e di Ariosto,
quella che sempre sta sola,
quella che sempre è la rosa delle rose,
il giovane fiore platonico,
l’ardente e cieca rosa che non canto,
la rosa irraggiungibile.

(Jorge Luis Borges)

 

 

(immagine dal web)

 

 

Annunci

Requiem For A Dream

Video



 

composed by Clint Mansell and performed by the Kronos Quartet

 

 

Maledetto te

 

11863384_402066766662052_8735154417955013355_n

Maledetto te
che hai preso il fiore delle mie labbra
e senza baciarlo l’hai buttato per terra
e poi l’hai mostrato a una fanciulla inerte.
O te maledetto
che hai cambiato i miei giorni
in un orrendo frastuono
e non sento più angeli
ma vipere intorno

(Alda Merini)

 

 

(immagine dal web)

 

Ci sarà mai

11709730_10154036364944307_6157324892937836165_o

Ci sarà mai qualcuno come me
che il mattino si alza senza amici,
che il giorno lo passa senza amici,
e la sera va a letto senza amici?…
Ci sarà mai qualcuno come me
che tende l’orecchio assetato
a sentire se alcuno lo chiami
anche per dividere un dolore,
o ci sarà mai una mano tesa
di bambino sperduto dentro al mondo
che travolga il tuo pugno
offeso dall’amarezza?

(Alda Merini)

 

 

(immagine dal web)

 

Avec le victimes tous. Avec Paris!

12208405_10208373059749589_4743343393686040365_n

Lacrime dalle palpebre, dolori dei dolenti,
dolori che non contano e lacrime incolori.
Non chiede nulla, lui, non è insensibile,
triste nella prigione e triste quand’è libero.

È un tempo tetro, è una notte nera
da non mandare in giro neanche un cieco.
I forti siedono, il potere è in pugno ai deboli,
e in piedi è il re, vicino alla regina assisa.

Sorrisi e sospiri, insulti imputridiscono
nella bocca dei muti e negli occhi dei vili.
Non toccare nulla! Qui brucia, là arde;
codeste mani son per le tasche e le fronti.

Un’ombra…
Tutta la sciagura del mondo
e il mio amore addosso
come una bestia nuda.

(Paul Eluard)

 

 

(immagine dal web)

 

Aghi

Altre donne indossano spille e anelli; lei aveva i suoi bastoncini.
Un vassoio pieno, per accompagnare gli abiti e fissare lo chignon.
Di giada, d’osso, di corno, di porcellana e persino un paio di plastica.
Aghi per trafiggere il cuore di tutte le sue più segrete
e imprevedibili brame e tenerle ben arrotolate al loro posto.

(Anita Nair)

 

(immagine dal web)

 

Dinosauria

10958941_625589310879285_7189768981943301255_n

Nati così
in mezzo a tutto questo
tra facce di gesso che ghignano
e la signora morte che se la ride
mentre gli ascensori si rompono
mentre gli orizzonti politici si dissolvono
mentre il ragazzo della spesa del supermercato ha una laurea
mentre i pesci sporchi di petrolio sputano la loro preda oleosa
e il sole è mascherato
siamo nati così
in mezzo a tutto questo
tra queste guerre attentamente matte
tra la vista di finestre di fabbrica rotte di vuoto
in mezzo a bar dove le persone non non si parlano più
nelle risse che finiscono tra sparatorie e coltellate

siamo nati così
in mezzo a tutto questo
tra ospedali così costosi che conviene lasciarsi morire
tra avvocati talmente esosi che è meglio dichiararsi colpevoli
in un Paese dove le galere sono piene e i manicomi chiusi
in un posto dove le masse trasformano i cretini in eroi di successo
nati in mezzo a tutto questo

ci muoviamo e viviamo in tutto ciò
a causa di tutto questo moriamo
castrati
corrotti
diseredati
per tutto questo
ingannati da questo
usati da questo
pisciati addosso da questo
resi pazzi e malati da questo
resi violenti
resi inumani
da questo

il cuore è annerito
le dita cercano la gola
la pistola
il coltello
la bomba
le dita vanno in cerca di un dio insensibile
le dita cercano la bottiglia
le pillole
qualcosa da sniffare

siamo nati in questo essere letale triste
siamo nati in un governo in debito di 60 anni

che presto non potrà nemmeno pagare gli interessi su quel debito
e le banche bruceranno
il denaro sarà inutile
ammazzarsi per strada in pieno giorno non sarà più un crimine
resteranno solo pistole e folle di sbandati
la terra sarà inutile
il cibo diventerà un rendimento decrescente
l’energia nucleare finirà in mano alle masse
il pianeta sarà scosso da un’esplosione dopo l’altra
uomini robot radioatitvi si inseguiranno l’un l’altro

il ricco e lo scelto staranno a guardare da piattaforme spaziali
l’inferno di Dante sarà fatto per somigliare a un parco giochi per bambini
il sole sarà invisibile e sarà la notte eterna
gli alberi moriranno
e tutta la vegetazione morirà
uomini radioattivi si nutriranno della carne di uomini radioattivi
il mare sarà avvelenato
laghi e fiumi spariranno
la pioggia sarà il nuovo oro
la puzza delle carcasse di uomini e animali si propagherà nel vento oscuro
gli ultimi pochi superstiti saranno oppressi da malattie nuove ed orrende
e le piattaforme spaziali saranno distrutte dalla collisione
il progressivo esaurimento di provviste
l’effetto naturale della decadenza generale
e il più bel silenzio mai ascoltato
nascerà da tutto questo
il sole nascosto
attenderà il capitolo successivo

(Charles Bukowski)

 

 

(immagine dal web)

 

Shiver me timbers

Video



 

Lascio la famiglia
Tutti i miei amici
II corpo è a casa
Ma il cuore nel vento
Dove le nuvole sono titoli
In un cielo prima pagina
Le mie lacrime acqua salata
E la luna è piena e alta

(Tom Waits)

 

 

Per la traduzione completa, qui

 

 

 

Il libro dell’Inquietudine

Citazione


Esiste una stanchezza dell’intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze.
Non è pesante come la stanchezza del corpo, e non è inquieta come la stanchezza dell’emozione.
È un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l’anima.

(Fernando Pessoa)


11924775_952218738160349_9211230211538521224_n

 

 

(immagine dal web)