Non è permesso chiudere gli occhi

 

«Non è permesso chiudere gli occhi. Tanto, non serve a migliorare nulla. Non è che chiudendo gli occhi si spenga qualcosa. Anzi, se lo fai, quando li riaprirai nel frattempo le cose saranno decisamente peggiorate.

Questo è il mondo in cui viviamo, Nakata. Devi tenere gli occhi bene aperti. Chiudere gli occhi è da rammolliti. Evitare di guardare in faccia la realtà è da codardi.

Mentre tu tieni gli occhi chiusi e ti tappi le orecchie, il tempo avanza.
Tic-toc-tic-toc. Oggi è lunedì, e siamo chiusi.
La biblioteca, che persino nei giorni di apertura è tranquilla, in quelli di chiusura lo è forse anche troppo. Sembra un luogo dimenticato dal tempo.

O meglio ancora, un luogo che trattiene il respiro, sperando che il tempo non si accorga della sua esistenza».

 

(Haruki Murakami, Kafka sulla spiaggia)

Dance Dance Dance

Citazione


A un certo livello, anche le attività più indecenti non riguardano più la sfera morale. Perché producono illusioni, e una volta prodotte, le illusioni sono semplici merci e come tali vengono trattate.
Il capitalismo avanzato sa come tirare fuori il potenziale commerciale nascosto nei posti più impensati.

E in questo processo ‘illusione’ è la parola chiave. Qualsiasi cosa, sia essa la prostituzione, il traffico di schiavi, la discriminazione sociale, il bullismo o una perversione sessuale, ben confezionata e con un nome accattivante, può diventare un prestigioso prodotto commerciale.

(Haruki Murakami)


illusioni

 

 

 

 

(immagine dal web)

La fine del mondo e il paese delle meraviglie


Esiste anche questo al mondo, la tristezza di non poter piangere a calde lacrime.
È una di quelle cose che non si può spiegare a nessuno,
e anche se si potesse, nessuno capirebbe.
È una tristezza che non può prendere forma,
si accumula quietamente nel cuore
come la neve in una notte senza vento.

(Haruki Murakami)


10850285_759470120798310_5094392124782927438_n

 

 

 

(immagine dal web)